Antifurto monopattino elettrico

PRO

CONTRO

Possibilità di inserire una seconda batteria

Sistema frenante mediocre

Ottima accelerazione e velocità massima

Stabilità scarsa in presenza di buche e dossi

Autonomia e velocità di ricarica della batteria

Peso notevole

Motore performante

Costo elevato

Cruise Control regolabile in 3 modalità

Batteria di media qualità

Antifurto per monopattino elettrico

Il monopattino elettrico è un mezzo a due ruote smart e green. Consente di muoversi con facilità evitando il traffico e rispettando l’ambiente. Ecco perchè, al giorno d’ oggi, sempre più persone sono spinte a scegliere questo innovativo veicolo a due ruote per affrontare gli spostamenti urbani quotidiani.

Moltissimi modelli di monopattino elettrico sono talmente leggeri e dall’ingombro ridotto che permettono un loro facile e pratico trasporto, a mano o in borsa. Però, è necessario parcheggiare il monopattino in strada e andare incontro al rischio che venga rubato. Poichè si registrano ogni giorno furti di questo tipo, è bene munirsi di un efficace sistema antifurto.

Le migliori categorie di antifurto per monopattino elettrico sono lucchetti a cavo, lucchetti a catena e lucchetti a manette ma ne esistono anche molti altri che analizzeremo in questo articolo.

SAPEVI CHE?

Negli anni ’90 si sono registrati tantissimi furti di bici e come conseguenza a questo fenomeno inarrestabile sono comparsi i primi stumenti antifurto per proteggere le bici dai ladri. Anche i nuovi mezzi elettrici, protagonisti della mobilità sostenibile, sono soggetti a molti furti contro i quali è possibile scegliere un sistema di sicurezza più adatto alle proprie esigenze.

Ricevi aggiornamenti

Resta sempre aggiornato in merito a promozioni e novità.

Tipologie di antifurto per i monopattini elettrici

Il classico lucchetto è l’accessorio per monopattini elettrici più diffusamente usato. Esistono, però, ben altri metodi di bloccaggio che si rivelano essere migliori e decisamente più sicuri. In questo articolo proveremo a descrivervi i differenti sistemi utili a proteggere il monopattino elettrico nuovo e vi indicheremo alcuni dei prodotti progettati appositamente che si sono aggiudicati il numero più alto di vendite e di recensioni positive nel 2021, con tanto di link diretto per un acquisto più sicuro.

1) Lucchetti a spirale

I lucchetti a spirale sono i classici sistemi antifurto usati per proteggere le biciclette. Offrendo un sistema di protezione molto semplice ed economico, viene molto spesso utilizzato anche per bloccare i monopattini elettrici. Si tratta di un dispositivo leggero e flessibile, che è possibile portare sempre con sè e che si avvolge al telaio del monopattino e consente di fissarlo a qualsiasi palo o recinsione.

Il lucchetto a spirale prende il nome dalla sua forma ed è estremamente flessibile, se si allunga ritorna automaticamente sempre alla sua forma originaria senza sformarsi. Questa caratteristica lo rende pratico perchè non deve essere riavvolto e ingombra poco spazio. E’ costituito da un cavo metallico rivestito di plastica e da una vera e propria serratura che si trova su entrambe le estremità del cavo. Può essere di due tipi: con chiusura a chiave o con chiusura a codice numerico.

Il problema legato a questo tipo di lucchetto è che può essere reciso molto facilmente e velocemente con dei tronchesi, quindi questo tipo di serratura viene consigliata solo se il monopattino deve essere parcheggiato per tempi brevi.

2) Lucchetti U-Lock

Uno dei lucchetti ritenuti più sicuri per il monopattino elettrico e per la bicicletta è detto U-Lock. Questo tipo di blocco, infatti, non può essere reciso facilmente e richiede l’uso di grandi e robuste tronchesi per essere tagliato. Dunque, i lucchetti ad U proteggeranno il monopattino elettrico dai furti casuali e non premeditati.

Gli svantaggi di questo tipo di lucchetto sono principalmente due: presentano una struttura estremamente rigida rispetto a quella del lucchetto a catena o a spirale e non possono adattarsi in modo flessibile a qualunque tipo di fermo perchè hanno una circonferenza limitata.

Bisogna, però riconoscere che i lucchetti antifurto a U-Lock di qualità sono più leggeri di quelli a catena e sono molto difficili da aprire: rappresentano dunque un ottimo sistema antifurto. Le serrature a U, infatti, hanno una parte in metallo temprato a forma di U che si collega ad un meccanismo di chiusura molto sicuro a chiave.

3) Lucchetti a catena

Il lucchetto a catena antifurto per monopattino elettrico è composto da una serie di maglie metalliche coperte che si adattano in modo flessibile a legare il monopattino elettrico ad una recinsione o palo.

La catena è realizzata in acciaio inossidabile e dunque di un materiale di qualità, molto difficile da rompere. Il grande vantaggio dei lucchetti a catena è proprio che non possono essere tagliati con i tronchesi ma bensì richiedono un più duro lavoro con il seghetto. Consigliamo l’acquisto di questo tipo di lucchetto perchè è un buon compromesso tra un prodotto di qualità ed un prezzo decisamente ragionevole.

Assicurando un grado di protezione elevato, i lucchetti a catena vengono utilizzati spesso anche per legare le bicliclette e le moto più costose. E’ possibile acquistare catene di lunghezze variabili e questo consente di fissare i veicoli praticamente ovunque. Rappresentano, dunque, un sistema antifurto sicuro e flessibile. L’unico reale problema di questo tipo di antifurto è legato al suo peso estremamente elevato, che è nettamente in contrasto con la leggerezza dei monopattini elettrici.

4) Lucchetti bloccadisco

Il lucchetto bloccadisco si può utilizzare solo per i monopattini elettrici con ruota avente raggi aperti a C e freni a disco. Sono composti da un anello in acciaio temprato con un cavo centrale che si avvolge sul bordo della ruota impedendone la sua rotazione. Al centro di un bloccadisco si presenta un bullone di bloccaggio che fissa il dispositivo al disco del freno, quasi fosse il gancio di un lucchetto.

Dunque, se si tenta di rubare il monopattino elettrico lasciato in strada, questo dispositivo scoraggerà i ladri, in quanto farebbe perdere troppo tempo e lo porterebbe a fare molto rumore e ad attirare l’attenzione dei passanti, soprattutto in pieno giorno.

Questo lucchetto si monta in uno dei buchi del disco del freno per fare in modo di bloccare la rotazione della ruota e, dunque, può essere utilizzato solo per quei monopattini elettrici dotati di un freno a disco. Alcune di queste serrature presentano in aggiunta anche un sistema di allarme che parte quando si tenta di spostare lo scooter. La protezione offerta da questo tipo di lucchetto è decisamente superiore rispetto a un lucchetto a catena o a cavo, ma va tenuto in considerazione solo come sicurezza aggiuntiva ad un antifurto classico, in quanto il monopattino elettrico può essere facilmente sollevato e portato via assieme alla serratura.

5) Lucchetti a manette

L’antifurto a manette è costituito da una catena alle cui estremità si trovano due manette, una delle quali si aggancia alla ruota e alla sospensione del monopattino e l’altra ad un palo, righiera o qualsiasi ostacolo fisso dal diametro contenuto.

Tuttavia, lo svantaggio di questo sistema a catena con manette è rappresentato dalle dimensioni ridotte del diametro delle manette, sufficienti solo a legare ruota o manubrio alle recinzioni più sottili.

Il grande punto di forza di questo antifurto a catena con manette, invece, è la robustezza della serratura che risulta molto più difficile da rompere e che richiede molto tempo e arnesi grandi e forti, dato, questo, che scoraggerà i ladri. Inoltre, si tratta di un blocco a catena dal peso e ingombro non eccessivo, adeguato alle linee sottili del monopattino.

6) Lucchetti pieghevoli

L’ antifurto a catena o a cavo sono serrature di blocco molto robuste e affidabili ma anche molto pesanti e ingombranti. Ciò causa, probabilmente, problemi nel loro trasporto durante la navigazione del veicolo. Oggi è possibile scegliere tra diverse opzioni che probabilmente troverai più comode. Tra queste c’è la serratura con un semplice sistema pieghevole che consente, una volta aperto o allungato di fissare il monopattino elettrico ad un ostacolo immobile.

Rispetto ai lucchetti presentati fino ad ora, questo tipo di antifurto è sicuramente il più comodo e di più piccole dimensioni: quando non lo si usa si può tenere in tasca, anche durante la navigazione. E’ anche sicuro e flessibile ed è possibile scegliere tra varie opzioni di sistemi di piegature e lunghezze.

Le serrature pieghevoli sono progettate con segmenti metallici collegati tra loro da giunti, sono strumenti durevoli e compatti ed è possibile trovare molti modelli diversi. Tuttavia, la serratura pieghevole risulta rigida e meno flessibile e a volte è difficile bloccare il monopattino elettrico ovunque, con questo oggetto.

7) Localizzatore GPS

Abbiamo analizzato, fino ad ora, i principali sistemi antifurto per monopattini elettrici, tuttavia sul mercato sono disponibili anche strumenti di sicurezza progettati per evitare che i monopattini elettrici vengano rubati e per scoprire più facilmente quando è in atto il tentativo di rubarli. Tra questi accessori molto utili troviamo il sistema di allarme che viene attivato tramite vibrazioni, o movimenti simili, e che scatta se qualcuno prova a manomette il monopattino elettrico.

Esiste anche un altro accessorio molto affidabile, il localizzatore GPS, che non è un sistema antifurto ma che consente di rimanere aggiornati costantemente sulla posizione del monopattino, tramite un’applicazione sullo smartphone che invia notifiche. Il vantaggio di questo sistema di sicurezza, che deve essere molto ben nascosto nel monopattino, è che anche le forze dell’ordine hanno accesso ai dati GPS del localizzatore e possono, in questo modo, fermare il ladro tempestivamente.

Conclusioni

Se un ladro è intenzionato a portare via il monopattino elettrico, troverà certamente il modo di farlo, indipendentemente dal tipo di lucchetto che si decide di acquistare. Tuttavia, già la presenza di un monopattino elettrico antifurto può scoraggiare il ladro, in quanto gli dovrà far perdere tempo e far fare rumore.

Una strategia che è possibile utilizzare è quella di scegliere per il proprio monopattino una catena, un cavo o delle manette il più corte possibili e di tenerli sollevati da terra, per rendere più diffocoltosa la loro rottura, e di fissarli ad un supporto robusto e immobile.

Il furto rappresenta un problema costante e diffuso per qualsiasi tipologia di scooter, monopattino e bicicletta e questo perchè, essendo mezzi leggeri è possibile sollevarli e portarli via e anche perchè si tratta in genere di veicoli non assicurati. Infine, non avendo targa e trattandosi di modelli di scooter e biciclette molto simili tra loro, la possibilità di individuare il furto è quasi assente. Un’ulteriore alternativa di protezione da furti e sfregi, che i monopattini rendono possibile, è quella di ripiegarli e trasportarli sempre con sè in una borsa o tramite maniglia e cinture.

“C’è un solo peccato. Uno solo. Il furto. Ogni altro peccato può essere ricondotto al furto.” (Khaled Hosseini)

Aggiornamenti

Resta sempre aggiornato in merito a promozioni e novità.

Offerte di oggi